TRAFFICO: ALLE 17 ANCORA 7 KM A BARRIERA TRIESTE-LISERT

(AGI) - Trieste, 31 lug. - Barriera di Trieste Lisert sotto pressione durante questa giornata di esodo estivo: alle 17 di questo pomeriggio la coda in uscita verso Istria e Dalmazia era ancora di poco inferiore ai sette chilometri. Costante durante tutta la giornata il flusso di veicoli dopo una notte che aveva visto le code raggiungere i 25 chilometri sia per il traffico in arrivo dal Passante di Mestre (dove la media dei transiti ha raggiunto un picco di 3.260 veicoli/ora) sia per l’immissione dei mezzi pesanti dalle aree di servizio dopo la mezzanotte e sino alle sette di questa mattina. “La ripresa del traffico pesante - ha spiegato l’assessore e vice commissario per l’emergenza in A 4 Riccardo Riccardi - nel giro di una trentina di minuti ha fatto raddoppiare la coda che, alle 4 del mattino, ha raggiunto appunto i 25 chilometri. Una situazione potenzialmente pericolosa, soprattutto perche’ la colonna di auto ferme rischiava di interessare il nodo di Palmanova (Udine) ‘incrociandosi’ con il traffico proveniente dalla A 23. Per prevenirla, e’ stato deciso di liberalizzare il transito al casello di Trieste Lisert in due momenti diversi, per circa 30 minuti”. Il vice commissario Riccardi, per monitorare la situazione su tutta la rete, ha effettuato un ricognizione in elicottero sui tratti piu’ trafficati dell’autostrada A 4 (oltre al Lisert, infatti, forti rallentamenti ci sono stati anche fra Latisana, Portogruaro e Cessalto dove la media oraria dei transiti e’ stata compresa fra 2 mila e 700 e 2 mila e 800 transiti all’ora). “Sulla A 28, aperta ieri alle 14,30, anche se parzialmente - ha detto Riccardi - si sono registrati, fino alle 23, mille e 721 transiti in entrata (direzione Cordignano) e 1.859 in uscita (direzione Portogruaro). Il sistema, complessivamente, ha retto bene - ha affermato Riccardi - e l’organizzazione di Autovie Venete ha confermato, ancora una volta, di saper affrontare con la massima efficienza i picchi di traffico”. (AGI) cli