Archivio per il November, 2008

FERROVIE: MORETTI, ABBIAMO PRIMATO MONDIALE PER SICUREZZA

Saturday, November 29th, 2008

(AGI) - Rho, 29 nov. - “Abbiamo il primato al mondo per la sicurezza delle ferrovie. E per mantenerlo abbiamo speso un pozzo di soldi”. Circa quattro miliardi di euro. L’amministratore delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, a margine della visita alla nuova stazione ferroviaria di Rho Fiera Milano, si toglie qualche sassolino dalla scarpa dopo le polemiche seguite agli ultimi due incidenti, di cui uno proprio nella stazione Centrale di Milano. A proposito di quest’ultimo, Moretti ricorda che “dalla perizia fatta dal Politecnico di Milano risulta quello che abbiamo sempre sostenuto, e cioe’ che il treno non si e’ spezzato per usura, ne’ per scarsa manutenzione, ne’ per vetusta’. Si e’ spezzato perche’ c’e’ stato errore umano. E’ come quando si ha un’automobile con il cambio meccanico, si deve saperlo usare”.

Il numero uno delle Ferrovie ribadisce che l’impresa “e’ sanissima, un baluardo per i grandi lavori in Italia”. L’ad del Gruppo Fs invita a guardare meglio alle reti ferroviarie degli altri Paesi, per esempio a quella francese, dove per un mese sono crollate le linee elettriche, oppure a quella della Germania, dove sono stati ritirati 73 treni dell’Alta velocita’. “Se una cosa del genere - conclude - succedesse in Italia, sarebbe la fine del mondo”. (AGI)

Cre/Chi

ALITALIA: SCIOPERO SCALO PALERMO, 95% ADESIONI E STOP PRESIDIO

Saturday, November 29th, 2008

(AGI) - Palermo, 29 nov. - E’ circa del 95% l’adesione allo sciopero dei lavoratori dell’aeroporto di Palermo indetto per oggi dai sindacati dei trasporti di Cisl, Cigl e Uil contro il piano Cai. Hanno protestato per quattro ore - dalle 12 alle 16 - i lavoratori Alitalia tra amministrativi e personale di terra, i lavoratori della Paemas e della Gesap (105 sui 120 in servizio in aeroporto). “Siamo soddisfatti - commenta Amedeo Benigno Segretario Generale della Fit Cisl Sicilia che ha preso parte alla manifestazione che si e’ tenuta in aeroporto - l’adesione e’ stata alta anche se abbiamo ricevuto la buona notizia di un possibile aumento delle unita’ che verranno assunte dalla nuova compagnia nello scalo palermitano”. Dai 60 operatori annunciati prima dalla Cai a 120, a fronte dei circa 200 dipendenti attuali. E’ stato intanto tolto il presidio permanente che bloccava le attivita’ della maggior parte dei check-in dello scalo e i sindacati restano in attesa di un incontro per discutere l’applicazione del piano Cai previsto per l’aeroporto Falcone-Borsellino. Il prossimo 5 dicembre si terra’ a Roma un incontro fra i vertici della nuova compagnia e gli esponenti della commissione Attivita’ produttive dell’Ars sul futuro dello scalo. “I sindacati - dice Benigno - non sono stati invitati, cosi’ abbiamo deciso di autoconvocarci. Il 5 dicembre saremo tutti a Roma”. Sul tavolo non solo la mobilita’ per i dipendenti, ma anche il non rinnovo dei contratti per 43 precari, la riduzione del 35 per cento di collegamenti aerei da e per Roma e Milano, con il contestuale declassamento della struttura, la situazione dei 21 dipendenti della Ciclat, la cooperativa che gestisce i carrelli nello scalo, e il licenziamento delle quattro lavoratrici della Aviation services, societa’ che operava per Meridiana. (AGI)

Mrg

SANITA’: FORMIGONI, ISTITUTO TUMORI CONIUGA CURA E RICERCA

Saturday, November 29th, 2008

(AGI) - Milano, 29 nov. - L’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, “con i suoi operatori e i suoi medici, ha sempre saputo coniugare la ricerca scientifica con la cura della persona”: lo ha detto il presidente della regione Lombardia, Roberto Formigoni, ai festeggiamenti per gli 80 anni di attivita’ dell’Istituto, definito dal governatore uno “dei fiori all’occhiello della sanita’ e della ricerca, non solo della Lombardia e dell’Italia, ma a livello internazionale”. Per Formigoni, “in questi reparti sono passati una parte importante della storia della ricerca scientifica del Paese in campo sanitario”, ed e’ per questo che la regione Lombardia dal 2006 “ha voluto trasformare l’Istituto in Fondazione, assumendone la responsabilita’ piu’ diretta sul suo futuro, investendo molto di piu’ e aprendo la Fondazione anche al contributo del privato no-profit”. In questo contesto Formigoni ha sottolineato un progetto dell’Istituto che la Regione ha voluto sostenere insieme alla Fondazione Cariplo: si tratta di una mini-rete di biobanche che troveranno nell’Istituto una sorta di hub o terminale del materiale biologico raccolto. Alla fine del progetto verranno presentate e valutate le linee guida, i controlli di qualita’ e i percorsi necessari per realizzare in Lombardia una rete di biobanche omogenee per procedure e qualita’ utilizzabili come un’unica Biobanca Regionale Virtuale potenzialmente capace di intercettare la maggioranza dei casi di tumore, che nella sola Lombardia ammontano a 50.000 nuovi casi ogni anno. Per il futuro, ha concluso Formigoni, una delle sfide piu’ importanti e’ senz’altro la necessita’ di rilanciare la ricerca medica, che si traduce “innanzitutto nell’investire sul capitale umano”: in questa direzione vanno i 700.000 euro annui stanziati dalla regione Lombardia per la stabilizzazione di 8 ricercatori precari dell’Istituto Nazionale dei Tumori. (AGI)

Dan

CLIMA:WWF A CANDIDATI ABRUZZO,IMPEGNO PER SVILUPPO SOSTENIBILE

Saturday, November 29th, 2008

(AGI)- Pescara, 29 nov.- Nell’ambito del progetto nazionale “Generazione clima” il WWF, stamani, ha incontrato, a Pescara, i rappresentanti dei principali comuni abruzzesi per lanciare la campagna “2009 Anno del clima” e invitarli a fare la loro parte. Il WWF ha lanciato anche un appello ai candidati alla carica di presidente della regione Abruzzo affinche’ si impegnino per “un Abruzzo sostenibile”. Il WWF ha consegnato ai i rappresentati dei comuni presenti (Pescara, Montesilvano, Roseto e Vasto) il dossier “Effetto Global Deal”, che riporta le azioni concrete che regioni ed enti locali possono attuare da subito. Per l’associazione ambientalista regioni e comuni possono svolgere un ruolo “fondamentale per assumere e far assumere al Paese il taglio deciso alle emissioni di CO2 come obiettivo prioritario e grande occasione di rilancio dell’economia basata sulla sostenibilita’”. Inoltre per il WWF regioni e enti locali hanno competenze dirette ed indirette in settori chiave come l’autorizzazione di nuovi impianti, la mobilita’ ed i trasporti, i piani regolatori, le nuove edificazioni, l’indicazione di criteri ed obiettivi di risparmio energetico e “quindi di efficienza nella gestione di impianti ed immobili”. Possono inoltre agire da volano di un nuovo modello energetico fondato su un sistema di “produzione distribuita”, cioe’ prodotta in piccoli impianti diffusi sul territorio. Per il WWF le Pubbliche amministrazioni possono promuovere i cosiddetti “acquisti verdi” per le forniture dei servizi “creando cosi’ un mercato per le materie recuperate dai rifiuti”. L’associazione ambientalista ha poi sottolineato che le amministrazioni regionali e locali si possono opporre alla realizzazione di impianti nucleari e fare in modo di non consentire l’espansione di centrali a carbone. Il presidente del WWF Abruzzo, Dante Caserta, dopo aver ricordato che in Abruzzo dal 1996 al 2005 si e’ registrato un aumento complessivo dei consumi energetici del 18% e che l’incremento maggiore e’ legato all’energia elettrica (+32%), ha sottolineato che “la campagna per il clima e’ di grandissima utilita’ per la nostra regione. In quanto - ha spiegato- il Piano energetico ambientale regionale non e’ stato ancora approvato e dovra’ percio’ riprendere il suo iter nella prossima legislatura”. Caserta ha poi ricordato il progetto del Centro Oli di Ortona e “le perforazioni petrolifere lungo tutta la nostra costa e anche all’interno. Questi interventi - ha detto- se realizzati rischiano di trasformare l’Abruzzo da regione verde d’Europa a regione petrolchimica”. Per evitarlo il WWF propone strade alternative come “la ricerca di fonti di energia rinnovabili, il risparmio energetico e - ha concluso Caserta - una mobilita’ che privilegi il trasporto pubblico e su rotaie e la messa a punto di infrastrutture e sistemi piu’ efficienti e sostenibili”. Al termine dell’incontro il WWF ha consegnato ai i rappresentati dei comuni anche uno speciale calendario 2009, che riporta le iniziative della Comunita’ internazionale per la definizione di “un accordo - hanno spiegato - in grado di far fronte ai cambiamenti climatici e decidere cosi’ il futuro dell’umanita’ e del nostro pianeta”.(AGI)

Cli/Plt

LA SETTIMANA POLITICO-PARLAMENTARE

Saturday, November 29th, 2008

(AGI) - Roma, 29 nov. -

MERCOLEDI’ (3 DICEMBRE)

- Camera: in commissione Trasporti audizione di rappresentanti di Meridiana sulla situazione della societa’ (ore 9.15), audizione di sindacati sulla situazione di Meridiana (ore 14), dl sostegno lavori pubblici, autotrasporto e agricoltura (ore 14.30)

- Camera: in commissione Affari sociali governo delle attivita’ cliniche, assistenza ai cerebrolesi cronici, terapie del dolore, impiego di farmaci psicotropi nei bambini (ore 14.30)

- Camera: in commissione Agricoltura dl per il rilancio del settore agroalimentare (ore 13.45), audizione del ministro dello Sviluppo Claudio Scajola sull’andamento dei prezzi nel settore agroalimentare (ore 14)

- Senato: nelle commissioni Affari costituzionali, Bilancio e Finanze ddl federalismo fiscale (ore 9)

- Senato: in commissione Affari costituzionali seguito del dibattito sulle comunicazioni del sottosegretario Paolo Bonaiuti in materia di editoria (ore 15)

- Senato: in commissione Bilancio ddl bilancio e finanziaria (ore 14.30, 20.30)

- Senato: in commissione Industria ddl collegato energia (ore 9 e 14.30)

- Antonio Di Pietro e Gianni Barbacetto presentano il loro libro “Il guastafeste” (Sala Capranichetta, ore 18)

(AGI)

Sab/Frt (Segue)

TRENITALIA: VALDUCCI, DISAGI INACCETTABILI SU MILANO-ROMA

Friday, November 28th, 2008

(AGI) - Roma, 28 nov. - “Mi giungono notizie di grandi disagi per i passeggeri che hanno avuto la sventura di imbarcarsi sul treno 9493 diretto da Milano a Roma.” Lo dichiara Mario Valducci, presidente della Commissione Trasporti della Camera informato da diversi passeggeri presenti sul treno bloccato. “Tali disagi - prosegue Valducci - sembrano non essere imputabili al maltempo e vengono minimizzati dalle comunicazioni a mezzo stampa di Trenitalia. I passeggeri, a quanto mi riferiscono, sono lasciati senza informazioni trasbordando da un treno all’altro. Credo sia necessaria un’interrogazione nella Commissione che presiedo perché Trenitalia spieghi l’origine di questi inaccettabili disagi e quali soluzioni siano state adottate per alleviarli.” (AGI)

Red

TRASPORTI ROMA: DA DOMANI RIPRISTINATE LINEE TRAMVIARIE 5 E 14

Friday, November 28th, 2008

(AGI) - Roma, 28 nov. - I cantieri hanno rispettato i tempi previsti e quindi da domani a Roma le linee tranviarie 5 e 14 tornano sui percorsi normali. Lo comunica l’Atac. E’ stato ripristinato il capolinea tram di via Giovanni Amendola e i tram delle due linee riprendono a collegare Centocelle e il Quarticciolo con la stessa via Amendola, nei pressi della stazione Termini. Si sono conclusi i lavori di posa dei binari all’incrocio tra via Gioberti e via Napoleone III necessari per la costruzione del nuovo capolinea tramviario di piazza dei Cinquecento. Gli interventi erano iniziati sabato 15 novembre.

E con il ripristino del servizio tramvario, stasera si concludera’ l’attività della linea di bus sostitutiva 514 Porta- Maggiore-Termini. Le linee di bus C3, 16, 105, 150 Express, 360, 590, 649, 714 e le notturne n1 e n12, deviate dal 15 novembre per la chiusura dell’incrocio tra via Gioberti e via Napoleone III, gia’ da stamattina, invece, sono tornate sui percorsi normali. (AGI)

Vic

TRASPORTI ROMA: DOMANI PONTE CAVOUR CHIUSO DALLE 5 ALLE 14

Friday, November 28th, 2008

(AGI9 - Roma, 28 nov. - Domani, dalle 5 alle 14 ponte Cavour sara’ chiuso per lavori. Le linee di bus 30 Express, 70, 81, 87, 224, 492, 913, 926, n6, n7 non vi transiteranno e saranno deviati lungo percorsi alternativi. Le stesse linee di bus non transiteranno neanche in via Vittoria Colonna, in via di Ripetta e in via Monte Brianzo. Lo comunica Atac Spa. (AGI)

Vic

MALTEMPO: GIA’ PRONTO PIANO ANTINEVE COMUNE TRIESTE

Friday, November 28th, 2008

(AGI) - Trieste, 28 nov. - Per quanto concerne infine la viabilita’, il Comune ricorda il gia’ vigente obbligo, in caso di precipitazioni nevose tali da alterare le normali condizioni stradali, di circolare con catene da neve o con pneumatici da neve sugli itinerari in salita che collegano il centro citta’ alla periferia e all’altipiano. Inoltre, al fine di non provocare situazioni di pericolo o intralcio per la circolazione e a salvaguardia della sicurezza stradale, tutti i conducenti di veicoli vengono inoltre invitati a rispettare rigorosamente le norme di comportamento stabilite dal Codice della Strada, con particolare riguardo alla regolazione della velocita’ in relazione allo stato del veicolo, alle caratteristiche e alle condizioni delle strade e del traffico e a ogni altra circostanza; ad accertarsi prima di mettersi in movimento con il proprio veicolo sullo stato della transitabilita’ delle strade, dei limiti di percorribilita’, ecc.; a non abbandonare il proprio veicolo in posizioni che possano costituire pericolo o intralcio per gli altri utenti della strada, per i mezzi di soccorso e per i mezzi spazzaneve, ecc.; a munirsi di pneumatici da neve o catene da neve per circolare in modo da conservare il controllo del proprio veicolo; a ottemperare scrupolosamente alle segnalazioni e disposizioni impartite dagli agenti preposti all’espletamento dei servizi di polizia stradale. Al termine di una riunione tecnica tenutasi stamattina in Municipio, l’Assessore competente Paolo Rovis ha rivolto un appello a tutta la cittadinanza a cooperare con il Comune, nel caso dovesse concretizzarsi una effettiva emergenza da neve e ghiaccio, innanzitutto “osservando, con un senso civico che si traduce poi in un beneficio per tutti, le norme vigenti per questo problema, norme semplici ma efficaci se adempiute con scrupolo da ognuno”. (AGI)

Cli/Ts

BERLUSCONI: OPPOSIZIONE DIA UNA MANO;ORA DIPENDE DA CITTADINI

Friday, November 28th, 2008

(AGI) - Roma, 28 nov. - Prima un ulteriore esame tecnico (con un duro confronto tra i ministri La Russa e Tremonti per i riconoscimenti per Forze armate e polizia), poi un Consiglio dei ministri lampo. Cosi’ come con la Finanziaria, anche per il piano-anticrisi la riunione e’ durata solo dieci minuti. Il tempo per Silvio Berlusconi di invitare i ministri a diffondere ottimismo e a non andare in tv (anche da Crozza), poi tutti giu’ in conferenza stampa ad illustrare le linee guida del pacchetto. Bonus per famiglie (l’importo complessivo e’ di circa 2,4 miliardi di euro), pensionati e precari, tassi bloccati per i mutui variabili, blocco degli automatismi delle tariffe per il 2009. “Meglio di cosi’ non si poteva fare con questo bilancio a disposizione. Abbiamo dedicato tempo per le grandi e le piccole infrastrutture. Oggi ci sono 80 miliardi che passano dalla cassa pubblica all’economia privata”, ha spiegato Berlusconi.

Il presidente del Consiglio ha voluto sottolineare che l’Italia “e’ il primo Paese in Europa a dare sostegno alle imprese, alle famiglie e alle banche”. Senza modificare la Finanziaria e avendo il pareggio di bilancio nel 2011 come stella polare. Per assicurare un adeguato flusso di finanziamenti alle imprese e un adeguato livello di patrimonializzazione delle banche il ministero dell’Economia fino al 31 dicembre del 2009 potra’ sottoscrivere obbligazioni bancarie speciali.

Anche “in questo caso abbiamo mantenuto le promesse”, ha sostenuto il Cavaliere, spiegando che per uscire dalla crisi “ora dipende dalla volonta’ dei cittadini”. Berlusconi ha lanciato un nuovo appello a non ridurre i consumi e a mantenere alterati i propri stili di vita. Da Berlusconi e’ partito un appello anche per l’opposizione affinche’ collabori per “il rilancio del Paese”: “Si cessi di essere sempre in campagna elettorale e ci si metta insieme per dare una mano e guardare come stella polare all’interesse di tutti”, e’ l’invito del Capo del governo. (AGI)

Red/Gil

TRASPORTI: FORMIGONI, A ORARI INVERNALI TRENI SI’ CONDIZIONATO

Friday, November 28th, 2008

(AGI) - Milano, 28 nov. - La bozza degli orari ferroviari invernali presentata da Trenitalia e Rfi e’ stata accettata da tutti i rappresentanti del Tavolo del trasporto pubblico locale, ma si tratta di un si’ vincolato a tre precise condizioni: la permeabilita’ tra i sistemi tariffari dei treni regionali e Eurostar, la rimozione dei tagli proposti da Trenitalia e l’accettazione di alcune modifiche proposte. “Domani incontrero’ Mauro Moretti, che sara’ a Milano per l’inaugurazione della stazione Rho-Fiera. Spettera’ a lui dare la risposta definitiva a queste nostre proposte”, ha detto l’assessore alle Infrastrutture e mobilita’ Raffaele Cattaneo, al termine del Tavolo del Tpl che ha discusso la bozza dell’orario ferroviario invernale. “E’ un orario che non ci entusiasma - ha continuato Cattaneo - anzi, per usare un termine scolastico possiamo dire che raggiunge solo la sufficienza, condizionata peraltro da precisi vincoli”. Vincoli condivisi da tutti i rappresentanti delle Province, dei Comuni capoluogo e di Anci Lombardia, delle associazioni e delle imprese di Tpl, delle imprese ferroviarie e dei gestori dell’infrastruttura ferroviaria, dei sindacati confederali del settore dei trasporti e delle associazioni di utenti consumatori e pendolari. “La tendenza della linea commerciale di Trenitalia - ha sottolineato ancora l’assessore - e’ quella di dividere il bacino di traffico regionale da quello a lunga percorrenza. Noi abbiamo chiesto che questo non avvenga, per consentire una maggiore mobilita’ ai cittadini lombardi. Questo in cambio di una proposta economica convincente, tale cioe’ da garantire la permeabilita’ dei due servizi a un prezzo prossimo a quello dell’abbonamento che l’azienda applica oggi per i soli servizi eurocity (116 euro per il caso della tratta Brescia-Milano)”. La seconda condizione e’ che non vengano apportati i tagli proposti da Trenitalia sulle linee S e sulle linee di Busto Arsizio, Arona, Gallarate e Luino. Sono stati considerati accettabili alcuni tagli in orari a bassa affluenza, a condizione che Trenitalia garantisca la sostituzione di questi treni con servizi su gomma. “La situazione - ha concluso l’assessore - e’ stata resa piu’ rosea anche dall’approvazione avvenuta stamani, da parte del Consiglio dei ministri, del decreto di rifinanziamento per il trasporto pubblico regionale e statale di 480 milioni di euro. Questo ci consente di affrontare con piu’ serenita’ il tema caldo del contratto di servizio che scade il 31 dicembre”.(AGI)

Cre

UE: PROGETTO PER METROPOLITANA LEGGERA FRIULI-SLOVENIA

Friday, November 28th, 2008

(AGI) - Trieste, 28 nov. - Friuli Venezia Giulia, Veneto e Slovenia potranno iniziare congiuntamente a verificare la possibilita’ di realizzare una ‘circolare metropolitana’ che colleghi l’area capodistriana ed i territori di Trieste e Gorizia ai tre poli aeroportuali di Ronchi dei Legionari, Venezia e Lubiana. Sull’iniziativa di una metropolitana leggera si e’ infatti manifestato il comune interesse delle Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto, dei tre aeroporti, dei porti di Trieste e Capodistria, dei Comuni di Trieste, Gorizia, Capodistria, Venezia, Monfalcone, Sesana, Nova Gorica e Divaccia, della Provincia di Trieste, dell’Ezit e delle Universita’ di Trieste, Venezia e Lubiana - con capofila l’INCE -Iniziativa Centro Europea/Segretariato esecutivo Corridoio V - che ora presenteranno tale progettualita’ (’progetto Adria_A’) all’autorita’ di gestione che valuta l’assegnazione delle risorse finanziarie sui programmi di cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013. “Inizia dunque un percorso - sottolinea l’assessore regionale alla Viabilita’ ed ai Trasporti Riccardo Riccardi - sul quale registro con soddisfazione la disponibilita’ e la coesione di tante istituzioni, al di qua ed al di la’ del ‘vecchio’ confine”. A disposizione del progetto ci potrebbero essere 3,35 milioni di euro, di cui 400 mila a carico della Regione Friuli Venezia Giulia. In particolare ‘Adria_A’ potra’ essere finalizzato alla progettazione delle parti oggi mancanti alla metropolitana circolare Gorizia-Nova Gorica-Sesana-Divaccia-Capodistria-Trieste-Monfalcone-Gorizia: si tratta della Trieste-Capodistria e della Gorizia-Nova Gorica, nonche’ dell’elettrificazione della Nova Gorica-Sesana. Questa ‘circolare leggera’ e’ previsto si connetta quindi alla futura linea ferroviaria del Corridoio V, al servizio anche degli aeroporti di Ronchi, Venezia e Lubiana. Si stima che l’opera possa venire a costare circa 100 milioni di euro, di cui oltre il 50 per cento potrebbe essere a carico di fondi Ue. (AGI)

Cli/Ts

CRISI: MATTEOLI, COMMISSARIO AD HOC SVOLTA PER INFRASTRUTTURE

Friday, November 28th, 2008

(AGI) - Roma, 28 nov. - “Con il Decreto Legge approvato oggi in Consiglio dei Ministri si determina una vera svolta nel segno di velocizzare la realizzazione delle Infrastrutture di cui il Paese necessita per diventare competitivo rispetto alle altre democrazie”. Lo dichiara il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, in una nota. “Viene istituita la figura del Commissario Straordinario che vigilera’ sul rispetto dei tempi in tutte le fasi di realizzazione dell’opera pubblica. Il Commissario, se necessario, esercitera’ i poteri sostitutivi compiendo ogni atto per accelerare la realizzazione dell’intervento - spiega Matteoli - Il Decreto prevede inoltre misure processuali veloci sui contenziosi che riguardano le gare di appalto. In particolare, i ricorsi ai Giudici amministrativi non potranno bloccare la realizzazione delle opere pubbliche ma potranno dare diritto solo al risarcimento dell’eventuale danno monetario subito. Inoltre, vengono drasticamente ridotti i tempi concessi ai Giudici per la pronuncia delle sentenze”. “Riguardo, infine, alle tariffe autostradali, che sono state bloccate fino al 30 aprile 2009 a seguito della crisi economica, e’ stata introdotta una semplificazione sul loro futuro sistema di adeguamento annuale. Su di esso – conclude Matteoli – il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti continuerà a svolgere la vigilanza ed il monitoraggio sulle Società concessionarie”. (AGI)

Red/Rus