Archivio per il February, 2009

FERROVIE DIMENTICATE: IN SARDEGNA IL “TRENO DELL’ARCHEOLOGIA”

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Cagliari, 28 feb. - Riscoprire le vie ferrate dismesse e i territori che un tempo queste collegavano e’ l’obiettivo della Giornata nazionale delle Ferrovie dimenticate promossa da Co.mo.do., la confederazioni di associazioni per la mobilita’ alternativa, tempo libero e turismo ecocompatibile, di cui fa parte anche Legambiente. La Sardegna vi partecipa sabato prossimo, 7 marzo, con “Il treno dell’Archeologia” da Cagliari a Isili, per iniziativa dell’associazione regionale, Cea e Parco Asusa Isili.

L’appuntamento e’ alle 8 alla stazione di Monserrato (Cagliari) per una visita al museo delle ferrovie. La partenza per Isili e’ prevista alle 9.30. Il treno fara’ brevi soste vicino ai nuraghi di Cuccuru Nuraxi (Settimo San Pietro), Piscu (Suelli), Santa Vittoria di Serri (Serri), Asusa e Is Paras (Isili).

In Italia sono quasi 6.000 i chilometri di linee ferroviarie dismesse. “Crediamo che la valorizzazione delle antiche vie ferrate”, osserva Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente, “possa essere un utile supporto al turismo sostenibile e alla creazione di nuove opportunita’ di lavoro, nell’ottica di una mobilita’ che salvaguarda e valorizza il territorio. Sono binari che potrebbero trasformarsi in piste ciclo-pedonali in grado di unire i parchi nazionali e collegare le citta’, mantenendo viva la memoria storica di tanti piccoli territori poco conosciuti”. (AGI)

Red-

TARIFFE: RIENZI, DA CALO ENERGIA SCARSO IMPATTO SUI PREZZI

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Roma, 28 feb - Il calo dell’8% della bolletta del gas e del 3% di quella della luce, stimato da Nomisma Energia per il mese di aprile, non avra’ conseguenze positive sui consumi, e il ribasso dei costi dell’energia aprira’ solamente nuovi spazi di speculazione. E’ il parere del presidente del Codacons, Carlo Rienzi. “Una diminuzione del costo dell’energia dovrebbe comportare un’immediata diminuzione della stessa entita’ su tutti i prezzi, e questo non avviene - spiega Rienzi, interpellato dall’Agi - La diminuzione del prezzo del carburante influisce su quello dei trasporti, e dovrebbe portare a un calo di almeno il 5% su tutti i prezzi”. Secondo Rienzi, invece, “soffriremo di una speculazione ulteriore, appena diminuiscono i costi delle materie prime, commercianti e intermediari non abbassano i prezzi ma si mettono in tasca la differenza”. “Occorre che il governo agisca per imporre dei controlli, affinche’ i costi di luce e gas abbiano conseguenze effettive con una diminuzione di tutti i prezzi” afferma il presidente del Codacons. Per Rienzi da un calo delle tariffe non potra’ derivare’ ne un rilancio dei consumi, “che e’ legato ad un aumento di stipendi e pensioni”, ne’ l’innescarsi di dinamiche deflazionistiche.

“In Italia i prezzi non calano mai, non ci sono strumenti di controllo - prosegue Rienzi - in Messico, per esempio, c’e’ un’autorita’ che ha il potere di chiudere gli esercizi quando c’e’ speculazione. Da noi, se una categoria affronta un calo dei costi, conta sull’abitudine dell’italiano, al quale non sembra possibile che i prezzi possano calare, il consumatore italiano e’ sempre vittima di una speculazione selvaggia”. Se un effetto sull’inflazione ci sara’, conclude Rienzi, sara’ pari “appena al 10% di quello che dovrebbe esserci”.(AGI)

Rus

(SCHEDA) INTERINALI, L’ESERCITO DEI 300 MILA ‘A TEMPO’

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Roma, 28 feb. - Un ‘esercito’ di circa 300 mila, che guadagnano al massimo 1.000 euro al mese. Sono i lavoratori in affitto, assunti dalle agenzie per svolgere ‘missioni’ a tempo, che avrebbero diritto, per contratto, a una serie di tutele, dalla malattia alla maternita’, alla disoccupazione. Si chiamavano interinali, oggi ribattezzati somministrati. Una tipologia di lavoro introdotta con il cosiddetto pacchetto Treu e poi modificata con la riforma del mercato del lavoro, la legge 30 che ha stabilito il passaggio dal lavoro interinale alla somministrazione.

Secondo l’Ebitemp, l’ente bilaterale per il lavoro temporaneo, nel quarto trimestre dello scorso anno in media i lavoratori interinali sono risultati 294 mila. Nel 2008 l’incidenza dell’occupazione interinale sull’occupazione dipendente e’ aumentata dello 0,1%, passando all’1,7% rispetto all’1,6% dell’anno precedente, mentre sul complesso dell’occupazione a carattere temporaneo avrebbe raggiunto, il 12,6% contro il 12,2% del 2007.

Secondo fonti Isfol al lavoro interinale ricorre l’1,8% delle imprese italiane, soprattutto grandi imprese (oltre la meta’ superiore ai 100 addetti) ma nonostante cio’, continuano a calare le retribuzioni: nel mese di settembre, in corrispondenza con l’inizio della crisi, hanno registrato una flessione dell’8,1% su base annua.

Tra luglio e settembre, periodo fino a cui sono disponibili i dati Inail, sono scese del 21,3% le missioni avviate. Grazie alla crescita registrata pero’ nel primo semestre rispetto allo steso periodo del 2007, il 2008 dovrebbe chiudersi con una riduzione delle missioni avviate limitata all’8%, quindi in termini assoluti il numero di missioni complessivamente sarebbe pari a 1.112.000 contro 1.210.000.

I piu’ colpiti risultano essere i lavoratori del comparto manifatturiero che mostrano una riduzione del 30%, seguiti, con una flessione su base annua, da quelli del settore del credito e dei servizi alle imprese e della pubblica amministrazione. Gli interinali impiegati nella distribuzione commerciale e nel settore alberghiero sono diminuiti del 15%. Mostrano invece incrementi, anche sostenuti i settori, che rappresentano quote marginali della domanda di lavoro interinale come i trasporti, l’edilizia, l’agricoltura e il settore dell’energia, dell’acqua e del gas (+20% nel terzo trimestre rispetto al 2007). (AGI)

Gio

SCIOPERI: DAI TRASPORTI ALLA SCUOLA, SARA’ UN MARZO DI FUOCO

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Roma, 28 feb. - Dai trasporti alla scuola, il mese di marzo presenta un fitto calendario di scioperi. E’ il trasporto aereo il settore che sara’ interessato dal maggior numero di agitazioni. Il primo blocco sara’ il 4, con lo stop di 24 ore dei dipendenti Alitalia proclamato da Sdl e quello dalle 10:00 alle 14:00 dei lavoratori Sea (sia Filt-Cgil, Fit-Cisl, e Uilt-Uil che Sdl). Il 15 marzo incroceranno poi la braccia per l’intera giornata i lavoratori Meridiana (Filt-Cgil e Uiltrasporti Anpav) e Airone (Filt-Cgil). Il 30 marzo, infine, si fermeranno dalle 12:00 alle 16:00 i lavoratori Enav della Cila-AV. Il 14 marzo sara’ la volta delle Ferrovie dello Stato: alle 21:00 comincera’ uno sciopero di 24 ore promosso da Rsu/Rsl-Assemblea Nazionale Ferrovieri. Le Poste italiane, invece, il 5 marzo saranno interessate dall’astensione dal lavoro straordinario e accessorio dei dipendenti aderenti ai Cobas. Il 18 marzo stop di 24 ore per scuola e ricerca proclamato dalla Fic-Cgil, che ha anche dichiarato per lo stesso giorno uno sciopero dell’Universita’ per le prime 4 ore di ogni turno. Il 13 marzo, infine, si fermeranno per l’intera giornata i dipendenti Telecom di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil. I loro colleghi della Snater sciopereranno invece il 28 marzo per le ultime due ore di ogni turno. (AGI)

Rus

SCIOPERI: DAI TRASPORTI ALLA SCUOLA, SARA’ UN MARZO DI FUOCO

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Roma, 28 feb. - Dai trasporti alla scuola, il mese di marzo presenta un fitto calendario di scioperi. E’ il trasporto aereo il settore che sara’ interessato dal maggior numero di agitazioni. Il primo blocco sara’ il 4, con lo stop di 24 ore dei dipendenti Alitalia proclamato da Sdl e quello dalle 10:00 alle 14:00 dei lavoratori Sea (sia Filt-Cgil, Fit-Cisl, e Uilt-Uil che Sdl). Il 15 marzo incroceranno poi la braccia per l’intera giornata i lavoratori Meridiana (Filt-Cgil e Uiltrasporti Anpav) e Airone (Filt-Cgil). Il 30 marzo, infine, si fermeranno dalle 12:00 alle 16:00 i lavoratori Enav della Cila-AV. Il 14 marzo sara’ la volta delle Ferrovie dello Stato: alle 21:00 comincera’ uno sciopero di 24 ore promosso da Rsu/Rsl-Assemblea Nazionale Ferrovieri. Le Poste italiane, invece, il 5 marzo saranno interessate dall’astensione dal lavoro straordinario e accessorio dei dipendenti aderenti ai Cobas. Il 18 marzo stop di 24 ore per scuola e ricerca proclamato dalla Fic-Cgil, che ha anche dichiarato per lo stesso giorno uno sciopero dell’Universita’ per le prime 4 ore di ogni turno. Il 13 marzo, infine, si fermeranno per l’intera giornata i dipendenti Telecom di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil. I loro colleghi della Snater sciopereranno invece il 28 marzo per le ultime due ore di ogni turno. (AGI)

Rus

SCIOPERI: SACCONI, NON PREVISTO ALLARGAMENTO RIFORMA

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Roma, 28 feb. - Il governo non prevede di estendere ad altre categorie oltre a quella dei trasporti la riforma degli scioperi contenuta nel ddl delega varato ieri in Consiglio dei Ministri. Lo ha detto il ministro del Welfare Maurizio Sacconi, in merito all’ipotesi della numero uno di Confindustria Emma Marcegaglia di allargare ad altre categorie la riforma. ‘Non e’ nelle previsioni del governo - ha detto Sacconi, a margine di un’iniziativa sulle Malattie Rare promossa dalla fondazione Barbareschi e da Farmindustria - non con atti legislativi. Lo possono fare solo le parti tra di loro nella contrattazione collettiva, in forme libere e volontarie’. (AGI)

Pgi

SCIOPERI: SACCONI, ACCORDO CON CGIL? BASTA SUPERARE PREGIUDIZI

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Roma, 28 feb. - Il governo trovera’ l’accordo anche con la Cgil sulla riforma degli scioperi nel settore trasporti? “Questo lo speriamo sempre, basta superare i pregiudizi”. Cosi’ il ministro del Welfare Maurizio Sacconi, secondo il quale “sulla disciplina dello sciopero nei servizi di trasporto e’ possibile una larga convergenza. Gia’ oggi - ha ricordato, a margine di un’iniziativa sulle Malattie Rare promossa dalla fondazione Barbareschi e da Farmindustria - tutte le organizzazioni sindacali e dei datori di lavoro, a parte la Cgil, sono dichiaratamente d’accordo. La Cgil mi sembra abbia una posizione riflessiva, che mi auguro esprimera’ nei prossimi giorni leggendo il testo”. (AGI)

Pgi

GERMANIA: TROPPO POCHE DONNE IN POSIZIONI COMANDO AL GOVERNO

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Berlino, 28 feb. - In fatto di inserimento delle donne nei posti chiave del proprio apparato, il governo tedesco predica bene, ma razzola male. A mettere direttamente sotto accusa anche Angela Merkel e’ il settimanale ‘Der Spiegel’, il quale rivela che a dispetto degli appelli, anche recenti, del cancelliere per un avanzamento delle donne nelle posizioni di comando dell’economia e della politica, i 6 dipartimenti dell’ufficio della Cancelleria sono guidati esclusivamente da uomini. Il settimanale di Amburgo rivela che, a dispetto dei 6 ministri donna sui 14 della ‘Grosse Koalition’, nelle posizioni guida dell’esecutivo le donne sono molto sottorappresentate. Tra i 25 sottosegretari si trova infatti una sola donna, Cornelia Quennet-Thielen, addetta al ministero dell’Istruzione e della Ricerca. Delle 110 posizioni di capo divisione nell’amministrazione governativa, solo 15 sono occupate da donne. Totalmente dominati da personale maschile sono invece i ministeri dell’Agricoltura, dell’Ambiente e dei Trasporti, in cui nessuna donna e’ riuscita ad avanzare fino al rango di capodivisione. (AGI)

Bia

ANAS: CIUCCI, IN LOMBARDIA INVESTIMENTI PER 15 MILIARDI EURO

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Milano, 28 feb. - Tra le opere che prenderanno avvio nel 2009, per un investimento complessivo di oltre 360 milioni di euro (compresa la manutenzione), vi sono: lavori di adeguamento degli impianti tecnologici e di sicurezza della Strada Statale 38 ‘dello Stelvio’ nel tratto Grosio-Sondalo-Bormio, dal km 72 al km 100, che sono stati aggiudicati ad ottobre; lavori di sistemazione ed allargamento della sede stradale della Strada Statale 39 ‘Dell’Aprica’ tra i km 15 e 28 nei Comuni di Edolo e Corteno Golgi, che sono stati aggiudicati a dicembre; lavori di adeguamento della Strada Statale 340 ‘Regina’ - da Cima di Porlezza al Confine di Stato. - 2′ lotto di completamento: da Cressogno ad Albogasio; la variante agli abitati dei comuni di Albano S. Alessandro e Trescore Balneario della Strada Statale 42 ‘Del Tonale e della Mendola’; lavori di realizzazione del 1′ lotto del ‘Raccordo autostradale A4 e la Val Trompia’ - Tronco: Ospitaletto-Sarezzo. Oltre a queste opere e’ imminente anche l’avvio dei lavori per la realizzazione della variante di Arcisate-Bisuschio e dei lavori di consolidamento della galleria Monte Piazzo sulla statale 36 ‘del Lago di Como e dello Spluga’, compreso il peduncolo per Dervio. Inoltre, e’ in fase avanzata la procedura di affidamento in project financing della concessione delle attivita’ di progettazione e realizzazione degli interventi di riqualificazione, adeguamento, messa a norma e successiva gestione degli impianti tecnologici delle gallerie della rete stradale di competenza del Compartimento Anas della Lombardia. La concessione comporta un investimento di 235 milioni di euro. Entro marzo verra’ stipulata la convenzione con il concessionario, che potra’ quindi iniziare le attivita’. Tra gli interventi programmati da qui al 2011, che complessivamente - tra fondi ordinari e fondi di Legge Obiettivo - valgono oltre 2,4 miliardi di euro (di cui quasi 70 milioni per manutenzione), figurano tra gli altri, oltre al 2′ stralcio e al lotto di completamento della Variante di Morbegno, altri interventi relativi alla Strada Statale 38, ovvero la Variante di Tirano e il completamento della Tangenziale di Sondrio, e poi la Tangenziale Sud di Bergamo, la Variante di Abbiategrasso Vigevano, la Variante di Dongo, la Variante di Casalpusterlengo, il Peduncolo di Vedano, la Variante di Rho e Gallarate e il collegamento tra Gallarate e Vanzaghello.

“La centralita’ della Lombardia nel sistema dei trasporti italiano e’ testimoniata - ha affermato il presidente Ciucci - anche dal fatto che il primo esempio di societa’ mista e’ nata proprio in questa regione, con la costituzione della ‘CAL’, societa’ compartecipata da Anas e Regione Lombardia e chiamata a realizzare tre arterie autostradali: la Pedemontana Lombarda, la Brescia-Bergamo-Milano e la Tangenziale est Esterna di Milano. Il modello delle societa’ miste e del federalismo autostradale ha dimostrato di funzionare in modo molto positivo, visto che Anas e Regione, lavorando assieme, sono riusciti ad accelerare le procedure di realizzazione di queste importanti opere”. (AGI)

Red

CRISI: GASPARRI, PD SI PREOCCUPI DI SCIOPERO LORO ELETTORI

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Roma, 28 feb. - “Il Pd e D’Alema si preoccupino dello sciopero permanente degli elettori nei lori confronti piuttosto che criticare le sagge proposte del governo”. Lo afferma in una nota il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri.

“Va regolamentato un settore troppo spesso sotto scacco delle scelte ideologiche di un sindacato-partito che crea danni e disagi a tutti. Capiamo che riportare un po’ d’ordine dove finora regnava il caos, dalla giustizia, alla pubblica amministrazione ai trasporti a qualcuno puo’ dar fastidio, ma il governo va avanti per la sua strada, forte del consenso della maggioranza degli italiani”. (AGI)

Com/Mav

ALITALIA: COLANINNO E SABELLI APRONO CONVENTION, FISCHI FUORI

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Roma, 28 feb. - Al via la convention convocata da Cai per illustrare a dirigenti e impiegati la situazione attuale e le prospettive dell’aviolinea. Ad aprire i lavori a Fiumicino sono stati il presidente di Cai, Roberto Colaninno, e l’amministratore delegato Rocco Sabelli. Poco prima delle 10 e’ iniziato l’afflusso davanti all’hangar che era impiegato fino a poco tempo fa per la verniciatura degli aerei.

Ad accompagnare gli ingressi fischi da parte di un gruppo di cassintegrati e precari Alitalia della Cub Trasporti e della Sdl, che sono stati lasciati fuori e contestano l’idea di organizzare un incontro del genere in un momento cosi’ particolare.

Solo una cinquantina di persone hanno invece preso parte alla contromanifestazione organizzata dalla Filt-Cgil che ritiene di “cattivo gusto” organizzare la convention in un hangar che fino a poco tempo fa era adibito alla verniciatura, attivita’ ora esternalizzata. (AGI)

Gio

CRISI: UNIONCAMERE, -5,7% FATTURATO PER RISTORANTI E ALBERGHI

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Roma, 28 feb. - La flessione della produzione manifatturiera e la contrazione dei consumi delle famiglie italiane colpiscono anche le imprese del settore turismo, trasporti, servizi alle imprese e alle persone (informatica, telecomunicazioni, servizi avanzati, credito, servizi alle famiglie, attivita’ immobiliari, eccetera). E’ quanto manifestano i dati dell’ultimo trimestre 2008 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In particolare, gli alberghi e ristoranti e le mense e bar vedono calare il proprio giro d’affari rispettivamente del 5,7% e 6,3%.

L’indagine congiunturale svolta dal Centro studi Unioncamere evidenzia come le piccole imprese fino a 49 dipendenti abbiano registrato una riduzione tendenziale pari a -4%, a fronte di un -0,9% delle aziende con oltre 50 dipendenti.

Per il trasporto merci e logistica il trimestre si chiude con un -4,9%, mentre per le attivita’ di intermediazione finanziaria, le assicurazioni, l’immobiliare (classificate come “Altri servizi”) e i servizi avanzati (pubblicita’, ricerca, eccetera) la variazione e’ compresa tra il -2,3% e il -2,7%.

Mostrano invece una tenuta le imprese con oltre 50 dipendenti di Informatica e Telecomunicazioni (+2,8%) e dei servizi alle persone (+1%).

Per gli imprenditori, il 2009 non si e’ aperto sotto i migliori auspici. Negative sono infatti le previsioni dell’andamento del volume di affari per il primo trimestre dell’anno: si attesta a -12 punti percentuali la differenza tra quanti stimano un aumento delle vendite e quanti invece prevedono una diminuzione. Piu’ preoccupate sono le attivita’ con 1-49 dipendenti (saldo -14) in tutta Italia. Segno negativo piu’ marcato per Altri servizi (saldo -18), trasporto e logistica ( -17), servizi di ristorazione e bar (-17) e Alberghi e servizi turistici (-15). (AGI)

Fra

SCIOPERI: SACCONI, ORA L’ACCORDO ANCHE CON LA CGIL

Saturday, February 28th, 2009

(AGI) - Roma, 28 feb. - Il disegno di legge delega sugli scioperi approvato ieri dal Consiglio dei Ministri “fara’ ripartire il confronto” e si trovera’ l’accordo anche con la Cgil”. Ne e’ convinto il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi. “Credo che il tema della rappresentanza e della rappresentativita’ sindacale - spiega Sacconi in un’intervista a La Repubblica - fara’ ripartire il dialogo tra i sindacati nell’interesse di tutti”.

Sacconi ricorda che “le nuove regole riguarderanno solo i trasporti, mentre e’ vero che l’idea originaria era quella di intervenire su tutti i servizi essenziali. Poi - aggiunge - ho condiviso l’obiezione di chi, come Cisl e Uil, sottolineava che la vera patologia riguardava i trasporti”. (AGI)

Gio